ALLEGATI

Il programma completo del workshop Il programma completo del workshop
Scaricalo qui

MULTIMEDIA

WORKSHOP RECUPERO BORGATE: REGISTRAZIONI NELLA SEZIONE APPUNTAMENTI DEL SITO UNCEM

Convegno a Torino lunedì 8 ottobre (Centro Incontri Regione Piemonte) e itinerario a Ostana il 13 ottobre.

Sono oltre duecento gli iscritti al workshop dedicato al recupero del patrimonio edilizio nelle aree montane e alla rivitalizzazione delle borgate alpine che l'Uncem promuove l'8 e il 13 ottobre 2012. La prima giornata a Torino, lunedì 8, dalle 9 alle 17 presso il centro congressi della Regione Piemonte in corso Stati Uniti 23, sarà l'occasione per ascoltare esperti e avviare il dialogo tra quanti hanno risposto al bando Uncem. La seconda giornata, a Ostana in Valle Po, sabato 13, prevede la possibilità di visitare il borgo e le frazioni già recuperate grazie all'impegno dell'amministrazione e della comunità locale, con la partecipazione dell'Istituto di Architettura Montana del Politecnico di Torino. Il workshop è rivolto ad architetti, ingegneri, geometri, operatori del settore edile, docenti, studenti, agenti immobiliari, imprenditori, investitori, sindaci e amministratori comunali, funzionari e dirigenti delle Comunità montane e dei Gruppi di Azione Locale. 

I relatori delle due giornate toccheranno temi tecnico-architettonici, paesaggistici, sociali e antropologici, economici e legislativi, turistici e istituzionali: Quali procedure seguire per "adottare" una borgata? Quali sono i costi del recupero e dove attingere contributi? Come coinvolgere le imprese e gli operatori del settore? Quali sono gli esempi da seguire? Come ridurre i costi con nuove strutture e materiali? Come migliorare le regole e la complessa burocrazia della macchina organizzativa? Quale ruolo trova il recupero edilizio nella macchina della green economy? Quali sono i risolti sociali e culturali dell'operazione? Queste alcune delle domande che apriranno le tre tavole rotonde moderate da giornalisti di tre quotidiani piemontesi. Ampio spazio per il dibattito, per avviare i primi tavoli di lavoro nelle realtà montane dove il recupero delle borgate è possibile subito, grazie all'impegno di imprese e privati, degli studi di progettazione, al lavoro delle imprese di artigiani, al coordinamento dei Comuni, alla disponibilità degli agenti immobiliari. «Partiremo da una decina di situazioni dove vi è un buon stato di avanzamento delle progettualità - precisa il presidente Uncem Piemonte Lido Riba - L'Uncem e i Comuni saranno i facilitatori dei progetti. Crediamo possano nascere una quarantina di tavoli di lavoro nelle diverse vallate, con i diversi soggetti coinvolti. Gli operatori del settore ci confermano l'interesse del mercato immobiliare. Con il bando lanciato a giugno, abbiamo ricevuto oltre 400 manifestazioni di interesse». Il programma è innovativo in Italia: far fronte alla mancanza di contributi pubblici a fondo perduto, con l'ingresso e l'intercettazione di capitali privati. «Nessuna speculazione - prosegue Riba - le operazioni avranno anche una valenza sociale. In montagna ci si può reinsediare, si può fare impresa e si possono creare nuove opportunità di lavoro, di sviluppo, a beneficio del Piemonte. Non serve consumare nuovo territorio, ma basta rivalutare l'immenso patrimonio edilizio che abbiamo a disposizione, fatto di baite e case, oggi in stato di abbandono». A Ostana verrà anche presentato il progetto Adapt2Dc che nell'ambito della programmazione comunitaria Central Europe punta a creare spazi multifunzionali e multiservizi in realtà marginali che cercano un rilancio. 

Lunedì 8 ottobre a Torino, interverranno Ugo Cavallera e Roberto Ravello, assessori regionali all'Urbanistica e alla Montagna; Marco Balagna e Roberto Ronco, assessori provinciali alla Montagna e all'Ambiente; Lido Riba ed Enrico Borghi, presidenti regionale e nazionale dell'Uncem; Massimo Crotti e Antonio De Rossi, docenti presso il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino e animatori dello Iam; Piergiorgio Scoffone di Casartigiani Torino; Stefano Lucchini, sindaco di Sauris e presidente Borghi Autentici d'Italia; Riccardo Bedrone, presidente dell'Ordine degli Architetti del Piemonte; Giuseppe Provvisiero, presidente Ance Piemonte; Pierfranco Risoli, dottore commercialista; Fiorenzo Ferlaino, ricercatore Ires Piemonte; Paolo Papi della Fiaip Piemonte; Liliana Pittarello, consigliere del Touring Club Italiano; Paola Strata, coordinamento regionale Associazioni Artigiane; Nuria Mignone, Mauro Piazzi, Marco Bussone e Marco Cavaletto dell'Uncem Piemonte.

 Iscrizioni sul sito internet dell'Uncem http://www.uncem.piemonte.it/Eventi.php?id=109 (per l'8 ottobre a Torino) e http://www.uncem.piemonte.it/Eventi.php?id=118 (per il 13 ottobre a Ostana). Tutte le informazioni e i programmi aggiornati si potranno trovare sul sito internet dell'Uncem www.uncem.piemonte.it e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/UncemPiemonte. Per informazioni è possibile contattare gli uffici dell'Uncem a Torino, in via Gaudenzio Ferrari 1, telefonando allo 011 8613713 o scrivere un'e-mail a uncem@provincia.torino.it.



Uncem
images/slices/header_dx_download.png