GALLERY

BARCA AI SINDACI MONTANI: REGOLAMENTAZIONE NAZIONALE PER MOLTIPLICARE LE ECCELLENZE SUL TERRITORIO

Il punto sull'intervento del Ministro per la Coesione territoriale a Domodossola con gli amministratori delle Terre Alte
A una platea di sindaci e amministratori dei territori montani, riuniti a Domodossola per il confronto organizzato dal presidente nazionale dell'Uncem Enrico Borghi, il Ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca ha spiegato la necessità di un programma unitario nazionale per dare slancio alle già numerose eccellenze sul territorio, dal sistema degli alberghi diffusi all'uso delle risorse naturali come acqua, legno, biomasse.

"Serve un indirizzo generale, una regolamentazione che sia abilitante - ha detto il ministro Barca - e che supporti le esperienze nel campo delle risorse naturali. C'è bisogno di rinegoziare queste risorse e di stabilire norme omogenee per gli standard, su alberghi diffusi come su agriturismi, applicando un unico brand. Ma per fare questo servono piattaforme di servizio che sono strumento fondamentale per ridisegnare le aree interne".

"Noi abbiamo quello che altri paesi d'Europa inseguono - ha sottolineato ancora il ministro - ma la linea deve essere quella di riavvicinarsi sistematicamente allo Stato senza dar luogo a gestioni centraliste". E ancora, riferendosi alle risorse comunitarie: "I fondi comunitari sono fondi aggiuntivi, non costituiscono la base di lavoro, c'è bisogno di un programma nazionale in grado di prevedere i risultati attesi dei progetti su qualità di vita e ambiente, in un monitoraggio aperto accessibile a tutti, con modalità moderne e ruolo significativo del presidio nazionale a garanzia dell'uniformità delle regole. Servono progetti integrati che la logica dei risultati attesi impone. Penso per esempio al settore del turismo, con fidelizzazione della domanda". Sulla questione delle governance il ministro ha proposto il "modello delle communities land authorities che propone l'Europa, come l'alleanza tra i sindaci che decide parallelamente sulla gestione delle risorse ordinarie e sugli interventi UE senza sovrapposizioni burocratiche" e ha dato appuntamento al 15 dicembre al seminario sulle aree interne e sulla programmazione 2014-2020 organizzato dal Ministero per la Coesione territoriale.

All'incontro di Domodossola sono intervenuti tra gli altri il sindaco di Alpette e assessore della Comunità montana Valli Orco e Soana Silvio Varetto, assieme al collega primo cittadino di Canosio e presidente della Comunità montana Valli Grana e Maira, Roberto Colombero.

"Le significative aperture del ministro Barca - ha detto il presidente nazionale dell'Uncem Enrico Borghi - confermano l'impegno di innovazione e di progettualità dei Comuni montani e delle Unioni dei Comuni montani. Le esperienze condotte fino ad ora sul campo possono essere la base sui cui costruire la nuova programmazione europea sulle aree interne e montane. Ringraziamo il ministro Barca per la capacità di ascolto e di attenzione mostrata, e rilanciamo il nostro impegno per contribuire alla definizione di una corretta programmazione dei fondi UE che metta i Comuni al centro".


Uncem
images/slices/header_dx_download.png