IL PIEMONTE PORTA LOGISTICA DEL PAESE: CONVEGNO SABATO 28 A CUNEO SUI TRANSITI E SULLE RETI DI TRASPORTO TRANSFRONTALIERE

''Passaggi a sud-ovest'' permetterà agli amministratori, alle associazioni, ai rappresentanti delle istituzioni di rimettere al centro delle politiche nazionali il ruolo delle Alpi come vettore di sviluppo
Saranno i deputati Stefano Esposito, vicepresidente della Commissione trasporti del Senato, ed Enrico Borghi, capogruppo nella Commissione montagna della Camera, con gli assessori regionali Francesco Balocco (trasporti) e Alberto Valmaggia (montagna) a raccogliere le proposte dei sindaci e dei rappresentanti degli enti locali del Piemonte per rilanciare il sistema di collegamenti viari e ferroviari transfrontalieri. I Parlamentari e i Consiglieri chiuderanno infatti il convegno "Passaggi a sud-ovest", promosso dall'Uncem e dalle Unioni montane sabato 28 giugno a Cuneo (dalle ore 9,30 alle ore 16,30, presso lo Spazio incontri della Fondazione Crc, in via Roma 15). 

I sindaci riapriranno l'importante partita delle relazioni logistiche internazionali che per il Piemonte e il Cuneese vogliono dire crescita delle imprese, sviluppo economico, flussi turistici e nuove reti per i trasporti attraverso le Alpi, porta del Paese. "Ripartiamo dall'arco alpino - spiega Lido Riba, presidente Uncem Piemonte - e dal sistema di comunicazioni tra Torino, Cuneo, la Liguria, la Francia. La strategia macroregionale europea, che è in fase di definizione con otto Paesi europei, ci impone di ridefinire i ?passaggi a sud-ovest'. È evidente lo stato di emergenza dal quale uscire con l'impegno della Regione Piemonte, delle Regioni Liguria e Paca, del Governo e del Parlamento. Non abbiamo tempo da perdere. Anche per questo motivo abbiamo invitato a Cuneo i rappresentanti di Anas, Trenitalia, Autostrade per l'Italia spa. Sono loro i nostri diretti interlocutori, per nuovi investimenti". Troppe opere restano sulla carta compromettendo lo sviluppo locale, la vita delle imprese. Come l'autostrada Asti-Cuneo incompleta, i lavori fermi al tunnel di Tenda, l'adeguamento e alla messa in sicurezza della ss21 della Maddalena, i trafori mai realizzati, le manutenzioni dei passi non fatte che comportano il declassamento. "Oggi - prosegue Riba - dobbiamo prevenire i problemi e cogliere le opportunità di uno stretto legame tra Torino città metropolitana e Nizza città metropolitana". Cuneo punta a essere un "capoluogo alpino" che non ci sta a rimanere isolata (le recenti politiche regionali sui trasporti hanno complicato non poco le relazioni con Torino e il resto del Piemonte), ma che vuole diventare fulcro dei transiti lungo le direttrici internazionali che oggi attraversano l'arco alpino piemontese.

Tre le sezioni del convegno "Passaggi a sud-ovest", dopo l'apertura alle ore 9,30 affidata a Federico Borgna, sindaco di Cuneo, con l'assessore al turismo Gabriella Roseo e ad Ezio Falco, presidente Fondazione Crc. Nella prima parte, moderata dal giornalista Michele Ruggiero, saranno i rappresentanti delle Unioni montane cuneesi a inquadrare problemi, criticità, proposte per un migliore sistema di comunicazioni piemontese e transfrontaliero; intervengono Lido Riba, presidente Uncem Piemonte, Francesco Revelli, Unione Montana Alpi del Mare, Mario Bertoldi, Unione Montana Valle Stura, e Giorgio Ferraris, Unione Montana Alta Val Tanaro. Seconda sezione sugli impegni delle istituzioni italiane e francesi, in un dialogo da riattivare e incrementare verso il 2020; partecipano alla tavola rotonda Claudio Lubatti, assessore ai Trasporti di Torino, Enrico Vesco, assessore ai Trasporti della Regione Liguria, Jean-Pierre Vassallo, sindaco Comune di Tenda, Jean-Yves Petit, assessore ai Trasporti della Regione Paca, Alberto Valmaggia, assessore alla Montagna della Regione Piemonte, Marcello Gatto, vicepresidente Unioncamere Piemonte, Enrico Ioculano, sindaco del Comune di Ventimiglia. Al termine, dibattito con le forze economiche, politiche, sindacali. Nel pomeriggio, dalle ore 14, terza tavola rotonda, moderata dal giornalista Marco Bussone, sulle reti di comunicazione e le risorse europee per lo sviluppo locale; a confrontarsi saranno Enrico Borghi, deputato, presidente nazionale Uncem; Mercedes Bresso, deputato europeo; Paolo Balistreri, segretario generale Confindustria Piemonte; Nuria Mignone, coordinatrice progetti europei Uncem. Conclusioni del convegno, dopo l'intervento dei Parlamentari e dei Consiglieri regionali piemontesi, affidate a Francesco Balocco, assessore ai Trasporti della Regione Piemonte; Stefano Esposito, senatore, vicepresidente Commissione Trasporti della Camera dei Deputati. 



Uncem
images/slices/header_dx_download.png