ALLE COMUNITA' MONTANE IL CANONE DI CONCESSIONE SULLE ACQUE MINERALI

La decisione nel Consiglio delle Autonomie locali del 14 gennaio 2015
Il Consiglio delle Autonomie Locali, presieduto da Bruna Sibille, ha dato parere favorevole al provvedimento della Giunta regionale per il versamento dell'annualità 2014 del canone di concessione delle acque minerali di sorgente. L'assessore regionale alla Montagna, Alberto Valmaggia, ha spiegato che si tratta di un atto dovuto rispetto al recepimento di una sentenza del Tar, che ha riconosciuto alle Comunità Montane il canone di concessione delle acque, che un precedente regolamento aveva cancellato. Alle Comunità Montane del Piemonte (ora commissariate o già trasformate in Unioni di Comuni montani, ndr) sarà quindi riconosciuta la quota loro dovuta del canone di concessione per lo sfruttamento delle acque minerali, che non era stato più erogata dal 2012. (ANSA).


Uncem
images/slices/header_dx_download.png