GALLERY

SCUOLA DI VALLE DI MONTEROSSO GRANA: LA VISITA DELL'ASSESSORE REGIONALE ALL'ISTRUZIONE PENTENERO

Incontro con studenti, docenti, amministratori e comunità della Valle Grana. ''La Montagna cresce grazie ai servizi e all'impegno dei Comuni nel trovare soluzioni congiunte, innovative''
Venerdì 23 gennaio, l'assessore regionale all'Istruzione e al Lavoro Gianna Pentenero ha visitato la "scuola di valle" di Monterosso Grana, esempio virtuoso di organizzazione dei servizi scolastici sul territorio montano cuneese e piemontese. L'assessore Pentenero ha incontrato gli studenti, i docenti, accompagnata dal sindaco Mauro Martini e dall'Amministrazione comunale. Presenti tutti i sindaci e gli amministratori della Valle Grana. Un'occasione per fare il punto sulle politiche educative, sociali, economiche del territorio. "Senza servizi la montagna muore. E la scuola fa vivere un paese, un'intera valle in questo caso", commentano gli amministratori e il sindaco Martini. La riorganizzazione dei servizi scolastici in Valle Grana dimostra come sia possibile oggi permettere a bambini e ragazzi del fondovalle - di Comuni come Caraglio e altri dell'area limitrofa a Cuneo - risalire la vallata per raggiungere i poli dei servizi. Un'inversione dei flussi tradizionali ai quali siamo abituati. Questo grazie a una scuola moderna, con metodi innovativi di insegnamento, dove al libro di testo si sostituisce il tablet, dove si cresce un ambiente accogliente e sicuro.

Mille metri quadrati di edificio, la scuola di Monterosso Grana è stata realizzata tra il 2010 e il 2013 grazie a un investimento di 1 milione 300mila euro. Oggi ospita le classi della scuola elementare formate dai ragazzi residenti nei Comuni di Valgrana, Montemale di Cuneo, Monterosso Grana, Pradleves e Castelmagno. Insieme, per dare migliori servizi ai cittadini: anche così si combatte lo spopolamento e l'abbandono. Il sistema costruttivo della scuola, totalmente in legno presenta molti vantaggi, tra cui la completa traspirabilità, la facilità di lavorazione e versatilità nella costruzione delle forme, le elevate prestazioni statiche. Il sistema ligneo (progettato dallo studio di architettura SettantaSette di Torino, con la Essebi Ingegneria e realizzato dall'impresa edile Cornaglia) è un sistema altamente prestazionale, sia dal punto di vista strutturale che architettonico, per un modo di costruire innovativo e sostenibile, creativo e duraturo, concepito per edifici ad alta efficienza energetica. Tra le peculiarità progettuali si segnala una particolare attenzione rivolta all'involucro, costituito da materiali sostenibili ed altamente isolanti, in grado di garantire alte prestazioni termiche che implicano un ridotto consumo energetico annuale collocando la nuova scuola in una situazione di eccellente comfort abitativo.

"È per noi un orgoglio - ha commentato il
sindaco di Monterosso Grana Martini, con la consigliera comunale Nadia Massa - poter ospitare l'assessore regionale Pentenero venerdì mattina. L'accoglieremo con tutti i concittadini che vorranno essere presenti e tutti gli amministratori della Valle. Quello che le abbiamo mostrato è un esempio che può essere replicato in altri territori montani, superando molteplici problemi organizzativi che i sindaci attualmente riscontrano. Dal punto di vista educativo, siamo molto avanzati, grazie all'impegno dei docenti e all'organizzazione stessa interna dell'edificio, moderno e più affascinante di tanti altri edifici scolastici della città. Ringrazio sin d'ora l'assessore per aver accettato l'invito rivolto d'intesa con Uncem. La presenza della Regione Piemonte ci spinge a continuare a lavorare con entusiasmo e ottimismo per garantire servizi e sviluppo nelle Terre Alte".

"Le scuole più belle del Piemonte le ho viste o nelle zone di montagna, o nelle piccole realtà marginali. Questa è l'ulteriore conferma. Un esempio virtuoso - ha detto Gianna Pentenero - da prendere come modello per il sistema scolastico regionale". 


Uncem
images/slices/header_dx_download.png