ALLEGATI

Scarica il programma Scarica il programma
Clicca sull'icona a sinistra

PIANO DI SVILUPPO RURALE E SVILUPPO SOCIO-ECONOMICO DEI TERRITORI MONTANI. SEMINARIO IL 23 MAGGIO A COLLERETTO GIACOSA

PROMOSSO DA COMPAGNIA DI SAN PAOLO, CON REGIONE PIEMONTE E UNCEM
"Psr, le misure per Comuni e Unioni montane. Percorsi per lo sviluppo socio-economico delle Terre Alte" è il titolo del seminario che si terrà lunedì 23 maggio a Colleretto Giacosa (TO), dalle ore 9,30 nella sala Andromeda del Bioindustry Park "Silvano Fumero" (via Ribes 5). A promuoverlo è la Compagnia di San Paolo, nel quadro delle attività del programma "Torino e le Alpi", d'intesa con la Regione Piemonte e la collaborazione dell'Uncem Piemonte.

Ad aprire l'incontro saranno Alberto Avetta, Vicesindaco della Città Metropolitana di Torino, e Alberta Pasquero, Amministratore delegato del Bioindustry Park. Paola Sabbione della Compagnia di San Paolo illustrerà il programma Torino e le Alpi, prima della presentazione delle misure del Piano di sviluppo rurale 2014-2020 dedicate a Comuni e Unioni montane, nei settori agricolo, montano e forestale, a cura di Mario Perosino, funzionario della Regione, settore agricoltura, e di Marco Bussone, vicepresidente Uncem Piemonte. "L'impegno del Bim per la crescita del Canavese" è il titolo dell'intervento di Angelo Canale Clapetto e Fausto Francisca, del Bim Dora Baltea. Fabrizio Gea, Presidente Confindustria Canavese, parlerà di "Smart land: per uno sviluppo territoriale sostenibile", evidenziando l'impegno delle imprese a fianco degli Enti locali. Spazio infine al dibattito e alle domande, prima del light lunch con prodotti enogastronomici del territorio canavesano.

Nel nuovo Psr le cifre dedicate a montagna, foreste, agricoltura sono molto significative: 70 milioni di euro per Unioni montane e Comuni (aperto nei giorni scorsi il bando relativo ai piani di sviluppo dei Comuni), 65 per i Gruppi di azione locale, 45 per l'Agenda digitale regionale, 60 per l'indennità compensativa (bando prolungato al 15 giugno), l'aiuto annuale che serve per compensare gli agricoltori dei costi aggiuntivi e della perdita di reddito causati dagli svantaggi materiali che ostacolano la produzione agricola in montagna. In uscita tra maggio e giugno numerosi bandi regionali per Enti locali, come quelli per gli alpeggi e per le infrastrutture viarie. Poi ci sono le misure per i giovani agricoltori, per l'insediamento di nuove imprese (operazione 6.1.1) e per gli investimenti (operazione 4.1.2), prorogata al 30 giugno. Tutte le info si trovano sul sito della Regione, a questo link: http://www.regione.piemonte.it/agri. Il punto con i funzionari responsabili delle diverse misure verrà fatto a Colleretto Giacosa mercoledì mattina, nel seminario aperto ad Amministratori locali, imprenditori, rappresentanti di associazioni, cittadini, architetti e pianificatori, studenti e docenti. 
Uncem
images/slices/header_dx_download.png