BIOMASSE FORESTALI: L’UNCEM PIEMONTE ADERISCE AL “CLUB DELLA GASSIFICAZIONE”

La presentazione venerdì 2 marzo alla Mostra Convegno Agroenergia di Tortona

L'uso sostenibile delle biomasse forestali della montagna è al centro negli ultimi anni di un intenso lavoro che l'Uncem Piemonte sta svolgendo con le 22 Comunità montane e i 553 Comuni montani. Valorizzare la filiera legno-energia e dar vita a piccoli impianti in grado di produrre energia elettrica e termica, sono i cardini del progetto che ha già coinvolto quindici realtà di tutto il Piemonte, con il concorso di imprese private, investitori, produttori di tecnologia, operatori forestali e ovviamente, degli enti locali. I nuovi gassificatori possono dare una svolta importante al rilancio del settore forestale del Piemonte, dove vi sono 900mila ettari di bosco dai quali si producono, con una corretta gestione, 20milioni di quintali di legno l'anno, prelevabile e utilizzabile senza intaccare il patrimonio storico. Migliori tecnologie per gli impianti, filiera corta (meno di 50 chilometri per l'approvvigionamento di legno), alta efficienza, prezzi della materia prima in grado di garantire il decollo di un sistema finora assopito. Un dato deve essere chiaro: si può creare un posto di lavoro nella filiera legno per ogni 40 chilowatt di potenza installati nelle centrali cogenerative a biomasse (che usano la tecnologia delle gassificazione). E le biomasse forestali sono sicuramente uno dei fronti principali ai quali la Regione dovrà lavorare (anche in vista dell'approvazione del nuovo Piano Energetico Regionale), per il raggiungimento degli obiettivi di utilizzo di fonti rinnovabili, secondo le regole nazionali ed europee. I numeri potenziali della filiera legno-energia in Piemonte sono imponenti: 150-170 milioni di euro all'anno connessi alla vendita di energia elettrica; un valore potenziale di energia termica stimabile in ulteriori 30 milioni di euro; nuovi investimenti per 350-500 milioni di euro; circa 2.000 nuovi posti di lavoro sul territorio per le attività di filiera.

 

Per questi motivi, l'Uncem ha aderito al "Club della Gassificazione", iniziativa che verrà presentata alla Mostra Convegno Agroenergia (www.agroenergia.eu), che si apre domani, giovedì 1° marzo, al Polo Tecnologico di Rivalta Scrivia (Tortona). Nel pomeriggio di venerdì 2 marzo, il presidente dell'Uncem Piemonte Lido Riba interverrà alla tavola rotonda dedicata allo sviluppo della filiera legno-energia, con il focus sulle biomasse forestali. Il Club della Gassificazione, nasce per iniziativa del Polibre, Polo di Innovazione Energie Rinnovabili e Biocombustibili di Tortona, EnermHy il Polo d'Innovazione della Regione Piemonte e di EnergEtica - Distretto Agroenergetico Italia Nord Ovest e di Uncem Piemonte, con l'obiettivo di "riabilitare" la tecnologia della gassificazione che ha creato molte aspettative, ma anche delusioni. «Il Club della Gassificazione - spiegano Giuseppe Tresso e Roberto Isola, tra i massimi esperti di energie rinnovabili in Italia - si propone come "operazione verità", con la finalità di tutelare gli investitori attraverso una informazione quanto più possibile obiettiva sulle prestazioni degli impianti e, di conseguenza,  dare credibilità all'intero settore, in un momento delicato, dove la tecnologia sta passando dalla fase di sviluppo alla piena operatività commerciale».

 

Uncem
images/slices/header_dx_download.png