CONGRATULAZIONI E AUGURI AI SINDACI NEOELETTI. UNCEM: INSIEME PER LE NUOVE SFIDE

All'indomani dalla tornata elettorale che ha rinnovato trentacinque Amministrazioni di Comuni montani del Piemonte, Uncem ha inviato ai Sindaci neoeletti una lettera firmata dal Presidente Lido Riba, con le congratulazioni e gli auguri di buon lavoro.

"Stiamo affrontando le fasi molto complesse relative al consolidamento delle Unioni montane di Comuni - scrive il Presidente Uncem Piemonte - che oggi stanno definendo obiettivi e progetti da realizzare. Sono tuttavia incoraggianti, nel quadro di una complessa fase politica nazionale, il rifinanziamento con il relativo bando del Fondo nazionale Montagna, ottenuto dopo una mobilitazione durata cinque anni, e l'impegno della Giunta regionale a riscrivere una legge per la montagna sulla quale non faremo mancare proposte e strategie. Dobbiamo lavorare su molti fronti, in particolare per l'eliminazione del pareggio di bilancio e per il pieno utilizzo, da parte dei Comuni, dell'avanzo di amministrazione oggi bloccato, e anche per spingere il Parlamento ad approvare in via definitiva la legge nazionale sui piccoli Comuni e sulla montagna, attesa da troppo tempo". Su sburocratizzazione e sulla fiscalità di vantaggio per la montagna, "dobbiamo concentrare una forte mobilitazione: su questi due temi si gioca molto del futuro delle comunità delle Alpi e dell'Appennino. Non senza la piena attuazione di importanti strategie sulle quali abbiamo lavorato negli ultimi anni, come la Strategia nazionale aree interne e la Strategia macroregionale alpina, quest'ultima di matrice europea".

In una fase di ristrettezza dei trasferimenti dal centro e di norme sempre più complesse, scrive Riba, "i nostri Enti hanno a disposizione diverse opportunità legate ai fondi europei, ai bandi del Por Fesr (sulla green economy in particolare) e del Por Feasr (Psr), al Piano per la Banda ultralarga e per l'attuazione dell'Agenda digitale, ai fondi del Conto termico 2.0. Sono temi articolati, con percorsi complessi, alta competitività, sui quali potremo muovere passi insieme con l'obiettivo di favorire lo sviluppo socio-economico delle Terre Alte che parte proprio dai nostri Comuni e dalle Unioni montane".


Uncem
images/slices/header_dx_download.png