TURISMO, VERCELLOTTI: "BUONE PROSPETTIVE PER LA STAGIONE INVERNALE. FORTE INTERAZIONE CON ARPIET PER SOSTENERE IL SISTEMA DELLE PICCOLE STAZIONI SCIISTICHE"

Primi numeri positivi per il turismo invernale in Piemonte e in particolare nella Provincia di Biella e in Valsesia. "Da un primo report delle stazioni sciistiche e dei centri più piccoli delle alte valli, Natale e Capodanno hanno aperto una buona stagione. Gli operatori sono soddisfatti e così i colleghi Amministratori", spiega Paola Vercellotti, vicepresidente Uncem, che con tutta l'Associazione dei 553 Comuni montani piemontesi sta monitorando i primi passaggi nelle località turistiche delle terre alte.

"Hanno aperto le prime piste, alcune nuove come la seggiovia di Alagna - prosegue Vercellotti - Altre potranno aprire nei prossimi giorni. Non solo un turismo di prossimità, ma sempre più un turismo internazionale. L'offerta differenziata è l'antidoto all'omologazione. Ad Alagna con il freeride ad esempio, nell'Oasi Zegna con gli itinerari per chi ama le ciaspole, adatti per ogni difficoltà, in uno scenario magnifico". Vercellotti evidenzia l'impegno degli Enti locali, Comuni e Unioni montane, nel lavoro congiunto con gli operatori privati: "È quanto Uncem si augura. Comuni e imprese non da soli, ma in una virtuosa sinergia che fa bene al territorio".

La Vicepresidente Vercellotti conferma l'impegno Uncem con la Regione per l'investimento di 24,5 milioni di euro per lo sviluppo turistico invernale ed estivo, con accordi di programma che verranno costruiti nel 2018. "Sappiamo che la delibera è stata varata dalla Giunta regionale a metà dicembre - spiega Vercellotti - Ora dovranno essere definiti i criteri per assegnare le risorse che dovranno essere utilizzate per sostenere piccole e grandi stazioni capaci di generare crescita e posti di lavoro. I finanziamenti saranno opere inerenti l'innevamento programmato, investimenti inerenti gli impianti di risalita, altri per il potenziamento e la rivitalizzazione del turismo montano sia invernale sia estivo. I contributi alle stazioni locali saranno al 90 per cento". Uncem monitorerà il percorso. "Saremo a fianco dei Comuni e delle Unioni montane - prosegue Vercellotti - per approntare i progetti di fattibilità tecnico-economici. E chiederemo alla Regione di stringere i tempi, evitando inutile burocrazia".
Uncem
images/slices/header_dx_download.png